PROMETHEUS

180,00

Collezione  Limited Edition

Anno produzione 2024

Designer: Riccardo Giorgetti

Dotato di sistema di rifrazione naturale brevettato Kriladesign

     

I prodotti Kriladesign sono conformi a tutte le disposizioni dei pertinenti atti di armonizzazione dell’Unione che si applicano ai prodotti e prevedono la marcatura CE. Gli apparecchi sono conformi alle norme armonizzate EN applicabili e soddisfano i requisiti essenziali della seguente direttiva europea: Compatibilità elettromagnetica, Direttiva sulla bassa tensione, Rohs, Ecodesign ed etichettatura energetica. Le apparecchiature Kriladesign sono conformi alla Parte 15 delle norme FCC.

 

- +

Descrizione

Lampada in legno di ulivo riciclato, diffusore in polimetilmetacrilato trasparente.‎

Sistema di illuminazione a Led a rifrazione

Alimentazione di rete 220V

Lampada a Led con attacco GU10 – sostituibile in autonomia

Potenza massima 7W – luce bianco naturale(NW) 4000K, 560 lumen

Lampadina consigliata d.50mm altezza 54mm – tutti i colori

durata media della lampadina 15000 ore

Da dove arriva il nome Prometheus? Lo abbiamo scelto ispirati dal fantastico mondo della mitologia greca e dal personaggio di Prometheus (“colui che riflette prima”)
Chi era? Era un Titano, cugino del sommo Zeus e grande amico del genere umano (da lui stesso creato su incarico di Zeus).
Mente ingegnosa e buon cuore, Prometeo era profondamente toccato dalla condizione degli esseri umani sulla Terra, creature ancora primitive e prive del fuoco.
Decise allora di sfidare il divieto di Zeus e donò il fuoco agli uomini per liberarli dall’oscurità. Con un gesto audace, rubò una scintilla dal carro del Sole sul Monte Olimpo e la portò sulla Terra come dono essenziale per la sopravvivenza e il progresso; fuoco per illuminare le tenebre ma anche fuoco per riscaldarsi, cucinare, lavorare metalli.
L’ira di Zeus fu terribile e lo punì incatenandolo a una roccia nel Caucaso, dove un’aquila ogni giorno gli divorava il fegato, che si rigenerava nottetempo in un ciclo di dolore eterno. Nonostante l’indicibile sofferenza, Prometeo non si piegò mai al volere di Zeus e il suo stoico sacrificio lo rese un simbolo di chi sfida l’oppressione per il bene dell’umanità e la ricerca della conoscenza.

Quella fiamma di Prometeo rinasce nella nostra lampada, per continuare ad ardere e ispirare la nostra energia luminosa, perché continui a brillare guidandoci verso nuove direzioni future, nonostante il buio e le avversità.
Accendiamola insieme!

Informazioni aggiuntive

Colore